01.

Dalle rane alla pila

Sono le rane più famose della storia della scienza: quelle sulle quali Luigi Galvani condusse nel 1780 i suoi studi sull’elettricità animale. Sulla base di questi, un altro grande scienziato italiano, Alessandro Volta, realizzò nel 1799 la prima pila: è la nascita dell’energia elettrica. Per questo il nome di Volta è stato dato all’unità di misura del potenziale elettrico (il volt) e compare in vari termini derivati, come voltaggio e fotovoltaico.

00.
Elettricità animale
1780

Luigi Galvani condusse i suoi studi sulle rane
La prima pila
1799

Alessandro Volta segna la nascita dell’energia elettrica
02.

Ho un’idea: la lampadina

Anche dopo Volta, il contributo degli inventori italiani alla storia dell’elettricità è stato rilevante. Alessandro Cruto, nel 1882, ideò una lampadina con un rendimento maggiore e una luce più gradevole rispetto al modello della lampada a incandescenza inventato da Heinrich Göbel e perfezionato da Thomas Edison. Nel 1860 Antonio Pacinotti costruì la prima dinamo: la base dell’elettricità industriale. Nel 1885, poi, Galileo Ferraris realizzò il motore elettrico in corrente alternata che aprì la strada a innumerevoli usi dell’energia elettrica

03.

I pionieri delle rinnovabili

All’inizio del Novecento l’Italia era all’avanguardia nelle due principali fonti rinnovabili, idroelettrica e geotermica L’energia dell’acqua, grazie ai maggiori impianti d’Europa, generava fino all’85% dell’elettricità nazionale: merito di grandi visionari come Carlo Esterle, che già nel 1892 aveva avviato la centrale di Tivoli, e Angelo Omodeo, promotore dell’idroelettrico su larga scala. In campo geotermico l’Italia vanta addirittura la prima centrale al mondo, quella di Larderello, nata nel 1913 grazie al principe Piero Ginori Conti.

04.

Nasce un’industria

Già nel 1883, intanto, Giuseppe Colombo aveva avviato la centrale termoelettrica di via Santa Radegonda, a Milano: la prima d’Europa e la seconda al mondo. Allo sviluppo italiano contribuirono anche gli industriali che già dalla fine dell’800 producevano accessori per la generazione di elettricità: Giovan Battista Pirelli i cavi, Alberto Riva turbine e regolatori, Franco Tosi macchine per gruppi elettrogeni, Giuseppe Gadda macchinari elettrici e molti altri.

05.

L’elettrificazione dell’Italia, dal Sud…

Se i pionieri avevano portato l’elettricità a Roma e in Lombardia, e nella Toscana meridionale con la geotermia, nel resto d’Italia la crescita del settore ha avuto tanti altri protagonisti. Al Sud, Maurizio Capuano, primo Presidente SME, la principale società meridionale per la produzione e distribuzione dell’energia elettrica, che ha curato la prima elettrificazione della città di Napoli, e Giuseppe Cenzato, ingegnere elettrotecnico, prima Direttore e poi Presidente della SME, una figura nodale nel processo di elettrificazione del Mezzogiorno d’Italia e nella costituzione del Gruppo Meridionale di Elettricità.

05.

... al Nord

Nel Nord-est Giuseppe Volpi, uno dei fondatori della Società Adriatica di Elettricità e poi suo presidente per oltre 30 anni. In Piemonte Giangiacomo Ponti, storico direttore generale della Sip (Società idroelettrica Piemonte). In Liguria, Toscana e Sardegna Luigi Orlando, fondatore della Selt (Società elettrica ligure toscana) e cofondatore della Ses (Società elettrica sarda). Fino all’inizio degli anni Sessanta il panorama elettrico in Italia rimase attivo e vivace ma anche molto frazionato geograficamente.

06.

1962, la nascita di Enel

Il 6 dicembre 1962 nacque Enel come Ente nazionale per l’energia elettrica che riunisce tutte le aziende locali. La direzione generale fu affidata ad Arnaldo Maria Angelini, presidente dell’Associazione elettrotecnica italiana, mentre come presidente fu scelto Vito Antonio Di Cagno, presidente di Finelettrica. Angelini e Di Cagno riuscirono a unificare concretamente il settore dell’elettricità in Italia e a gettare le basi per la grande crescita futura di Enel.

07.

Leader mondiale nelle rinnovabili e nelle reti

Nel 2008 nasce Enel Green Power, la società del Gruppo pioniera nello sviluppo delle energie rinnovabili, oggi considerate il futuro del settore. Il primo Amministratore Delegato di EGP è Francesco Starace che, nel 2014, viene nominato AD e Direttore Generale del Gruppo, carica che ricopre ancora oggi. Sotto la sua guida Enel diventa la prima azienda privata al mondo nelle energie rinnovabili e nelle reti, leader nella sostenibilità e nella transizione energetica. Nel 2017, con la nascita di Enel X, la società che sviluppa tecnologie e servizi digitali innovativi, il Gruppo allarga il proprio raggio d’azione in nuovi settori, dalla mobilità elettrica alle smart city fino al demand response, completando la trasformazione da utility ad azienda globale che sta cambiando il volto dell’energia.

Esplora le risorse

Scopri le 10 risorse che hanno costruito il racconto

Dettaglio
Conosci l'archivio storico

Tocca con mano il materiale che ha costruito il racconto e molto altro custodito nella sede dell’Archivio Storico

Prenota visita